WebSeo
La Medicina del Lavoro è quella branca della Medicina che si occupa della Prevenzione della...
WebSeo
2019-04-11 12:56:57
WebSeo logo

Blog

Cos'è la Medicina del Lavoro

La Medicina del Lavoro è quella branca della Medicina che si occupa della Prevenzione della Diagnosi e della Cura delle Malattie causate dalle attività lavorative.

Il Medico del Lavoro deve valutare l’aspetto preventivo delle Patologie Secondarie all’attività lavorativa riconoscendo i rischi ad essa connessi e qualora ne riconosca l’origine intraprendere un percorso medico legale per il riconoscimento della Malattia Professionale.

Svolge un ruolo chiave nell’ambito Previdenziale INPS ed INAIL, esprimendo giudizio medico legale inerente la capacità lavorativa residua in ambito di Invalidità Civile e Pensionabile, nonché in ambito dell’Infortunistica da Lavoro INAIL.

Inoltre ogni Azienda o Datore di Lavoro, dopo aver effettuato la Valutazione dei Rischi prevista dal Decreto Legislativo 81/08  “Testo Unico sulla Salute e Sicurezza del Lavoro” qualora siano presenti rischi per i quali la legge prevede la Sorveglianza Sanitaria, deve nominare un Medico del Lavoro o Medico Competente.

Tale ruolo può essere svolto da Medici Specialisti in Medicina del Lavoro. Il Datore di Lavoro può scegliere, infatti, fra tre opzioni (art. 39 del D. Lgs.vo 81/08):

Convenzione con una struttura pubblica o privata
La struttura assegna all'Azienda un proprio Medico Competente

Convenzione con un Medico Competente libero professionista
Il Medico Competente svolte le proprie manzioni come collaboratore esterno all'organico dell'azienda.

Assunzione alle proprie dipendenze di un Medico Competente
Il Medico Competente svolte le proprie manzioni come dipendente dell'azienda.

Il Medico del Lavoro/Medico Competente deve in tal caso svolgere, dopo aver esteso opportuno Protocollo di Sanitario, la Sorveglianza Sanitaria dei lavoratori.

ARTICOLI CORRELATI